salta al contenuto

Registro per le trascrizioni di vendite di macchine con riserva di proprietà

Pagina aggiornata al 18/11/2016

COSA E’

Quando una macchina o un impianto industriale vengono venduti con pagamento dilazionato e si pattuisce che essi diventino di proprietà del compratore solo dopo l’ultimo pagamento, allora significa che sono venduti con riserva di proprietà. In questo caso la vendita è da trascrivere nel registro del tribunale dell’area in cui si trova la macchina. Se la macchina viene venduta a un terzo prima che l’ultimo pagamento sia stato effettuato, il primo compratore può salvaguardare il proprio interesse opponendo la trascrizione della vendita, ma può farlo solo se tale trascrizione è stata regolarmente registrata ed a patto che la macchina sia ancora nello stesso posto dove si è fatta la trascrizione originaria.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Art. 1524 cod. civ

CHI PUO’ RICHIEDERLO

Chi ha acquistato o venduto una macchina con riserva di proprietà. Accordi simili riguardanti gli autoveicoli vanno registrati al P.R.A. e non tramite questo registro.

COME SI RICHIEDE e DOCUMENTI

Serve presentare in cancelleria i seguenti documenti:

  • 2 note di trascrizione in bollo
  • 2 copie autentiche dell’atto di compravendita

La registrazione va fatta nello stesso giorno in cui si sono presentati i documenti sopra elencati.

DOVE SI RICHIEDE

Tribunale di Cremona – Via dei Tribunali 13, 26100 Cremona (CR). 
Cancelleria Fallimenti, piano ammezzato – lato sinistro. 
Tel. 0372/548532 
Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 9,30 alle ore 12.

QUANTO COSTA

  • diritti di certificazione per attestazione apposta sulla nota (€ 3,84 per ogni certificazione);
  • 2 marche da bollo (€16,00) da apporre ciascuna su una nota di trascrizione.

Questa scheda ti ha soddisfatto?




Vi ricordiamo che, non essendo un servizio di consulenza legale, non è possibile richiedere informazioni specifiche e personalizzate su singoli casi.