salta al contenuto

Accettazione dell’eredità con beneficio di inventario

Pagina aggiornata al 09/06/2016

COS’ E’

Serve all’erede per mantenere separato il suo patrimonio personale da quello del defunto (di cui è erede). In questo modo l’erede ha la possibilità di estinguere debiti del defunto utilizzando il suo patrimonio ereditario e non sarà obbligato a ricorrere al proprio patrimonio personale. Allo stesso tempo, però, i creditori del defunto hanno diritto di preferenza rispetto ai creditori dell’erede sul patrimonio ereditato. Con l’accettazione si mantengono verso l’eredità i diritti ed obblighi che si avevano verso il defunto.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Artt. 471, 472 e 473 cod. civ. e artt. 484 e segg. cod. civ.

CHI PUO’ RICHIEDERLO

E’ facoltativa per ogni erede ed è obbligatoria per eredità che vanno a:

  • minori
  • interdetti
  • inabilitati
  • persone sottoposte ad amministrazione di sostegno
  • persone giuridiche

Per i casi sopra elencati è necessario ottenere prima l’autorizzazione del giudice tutelare.

COME SI RICHIEDE E DOCUMENTI

Per richiederlo occorre una dichiarazione fatta davanti al notaio o al cancelliere del Tribunale competente, vale a dire quello del territorio in cui era localizzato l’ultima residenza del defunto.

L’inventario va fatto:

  • entro 3 mesi dall’apertura della successione o dalla notizia di devoluzione, se l’erede è in possesso dei beni. In questo caso la decisione di rinuncia o accettazione dell’eredità va presa entro 40 giorni da quando si è fatto l’inventario
  • entro 10 anni dall’apertura della successione (ovvero fino a che non si prescrive il diritto di accettazione), se l’erede non è in possesso dei beni

I documenti da presentare per l’accettazione dell’eredità con beneficio d’inventario sono:

  • certificato di morte in carta semplice;
  • documento d’identità valido del defunto e degli accettanti;
  • codice fiscale del defunto e degli accettanti;
  • se esiste un testamento e copia conforme della sua pubblicazione.

DOVE SI RICHIEDE

Tribunale di Cremona – Via dei Tribunali 13, 26100 Cremona (CR). 
Cancelleria Volontaria Giurisdizione, primo piano – lato destro. 
Tel. 0372/548570  E’ necessario fissare un appuntamento
Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00.

QUANTO COSTA

Per gli eredi:

  • 2 marche da bollo (€16,00);
  • E’ previsto il pagamento di una tassa per la trascrizione presso la Conservatoria del Registro Immobiliare;
  • diritti di copia (VEDI TABELLA) per il rilascio della copia conforme dell’atto.

Per l’istanza di nomina dell’ufficiale che procede all’inventario invece occorrono:

  • Contributo unificato (€ 98,00);
  • 1 marca da bollo (€ 27,00);
  • certificato di morte;
  • copia del testamento registrato.

 

Per gli incapaci (minori, interdetti, inabilitati e i soggetti beneficiari delle amministrazioni di sostegno) è necessaria la preventiva autorizzazione del Giudice Tutelare del luogo di residenza. I documenti necessari sono:

  • certificato di morte in carta semplice;
  • copia del documento d’identità valido del defunto e degli accettanti;
  • se esiste un testamento e copia conforme della sua pubblicazione.

Il costo è di una marca da bollo da euro 27,00.

Questa scheda ti ha soddisfatto?




Vi ricordiamo che, non essendo un servizio di consulenza legale, non è possibile richiedere informazioni specifiche e personalizzate su singoli casi.