salta al contenuto

Rettificazioni in materia di attribuzioni di sesso

Pagina aggiornata al 09/06/2016

COSA E’

È il riconoscimento, tramite sentenza del Tribunale, di un sesso diverso da quello enunciato nell'atto di nascita, a seguito di intervenute modifiche dei caratteri sessuali di un individuo.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Art. 1 e segg. Legge 14/4/1982 n. 164

CHI PUO’ RICHIEDERLO

Chi vuole ottenere l’attribuzione di un sesso diverso da quello enunciato nell'atto di nascita, a seguito di intervenute modifiche dei propri caratteri sessuali.

COME SI RICHIEDE e DOCUMENTI

Con Ricorso al Tribunale del luogo in cui risiede colui che ne fa richiesta. Il ricorso va notificato al coniuge e ai figli. La sentenza provoca lo scioglimento del matrimonio o la cessazione degli effetti civili conseguenti alla trascrizione del matrimonio celebrato con rito religioso. In seguito, il Tribunale ordina all'ufficiale di stato civile del comune in cui fu compilato l'atto di nascita di effettuare la rettificazione nel relativo registro.

DOVE SI RICHIEDE

Tribunale di Cremona – Via dei Tribunali 13, 26100 Cremona (CR). 
Cancelleria Volontaria Giurisdizione, primo piano – lato destro. 
Tel. 0372/548570 
Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 09.30 alle ore 12.00.

QUANTO COSTA

  • Esente da contributo unificato
  • Marca da bollo (€ 27,00)

Questa scheda ti ha soddisfatto?




Vi ricordiamo che, non essendo un servizio di consulenza legale, non è possibile richiedere informazioni specifiche e personalizzate su singoli casi.